Wwf e Italia Nostra: «Eccessivo l’impatto delle opere connesse al porto» Replica il Coordinamento Portercolese: «Non frenate la messa in sicurezza» IVANA AGOSTINI 02 DICEMBRE 2019

Lo stabilimento della ex Cirio a Porto Ercole dovrebbe diventare un resort di lusso. Per il momento, però, tutto è fermo in attesa che il nuovo piano attuativo, che dovrà essere conforme alla variante urbanistica già approvata (quello già presentato non lo era), venga portato in consiglio comunale. Solo allora il progetto sarà pubblicato e scatteranno 60 giorni entro i quali tutti coloro che ne hanno interesse potranno formulare osservazioni. Per adesso, quindi, il progetto della società proprietaria della ex Cirio – e che fa capo a un imprenditore svedese – è ancora lontano dall’essere non solo cantierabile ma anche sottoponibile a osservazioni. Ma c’è già chi si muove. 

https://iltirreno.gelocal.it/grosseto/cronaca/2019/12/01/news/resort-di-lusso-all-ex-cirio-e-scontro-tra-le-associazioni-1.38040848